Girodelmondoin80favole

Un blog creativo e innovativo con favole inventate personalmente da me che vi permetteranno di girare il mondo

Biancaneve e i sette nani

su 17/12/2012

biancaneve[1]

Era una fredda giornata d’inverno; bianchi fiocchi cadevano volteggiando dal cielo come piume leggere e una regina sedeva ricamando accanto alla finestra aperta.

Mentre così se ne stava, ricamando e guardando la neve, si punse un dito con l’ago e tre gocce di sangue rosse come rubini caddero sul bianco manto nevoso. Tanta era la loro bellezza che la regina pensò: “Oh, se potessi avere una bambina dai capelli neri come l’ebano, dalle labbra rosse come il sangue e dalla pelle bianca come la neve!”

Poco dopo, diede alla luce una bambina a cui fu dato il nome di Biancaneve.  Ma poco dopo , la regina si ammalò gravemente e morì.

Un anno dopo il re si risposò. La sua seconda moglie era bella, ma anche gelosa e crudele , e non poteva tollerare neppure il pensiero che esistesse al mondo qualcuna più bella di lei.

strega-cattiva-biancaneve-invidia[1]Possedeva uno specchio magico, ed ogni giorno chiedeva : “SPECCHIO, SPECCHIO DELLE MIE  BRAME, CHI E’ LA PIU’ BELLLA DEL REAME?

E ogni giorno lo specchio rispondeva : “OH MIA REGINA, AL MONDO NON C’E’ NESSUNA CHE SIA PIU’ BELLA DI TE!” .

Intanto però, Biancaneve cresceva e diventava sempre più bella. L’invidia della regina cresceva di pari passo con la bellezza della fanciulla, tanto che la costringeva a vestirsi di stracci e a fare la serva. La principessina affrontava ogni fatica senza un lamento. Anzi, sempre allegra e sorridente: Solo un desiderio era solita confidare, cantando, alle amiche colombe: incontrare  l’uomo dei suoi sogni.

Un giorno, mentre si trovava accanto al pozzo, le bianche colombe le confidarono un segreto: ” Questo è un pozzo incantato. Esprimi un desiderio e se sentirai l’eco il desiderio diverrà realtà.”

Così Biancaneve sussurrò: “Vorrei tanto trovare qualcuno che mi ami.” E non appena l’eco le rispose, nell’acqua del pozzo apparve un bel principe su un cavallo nero. Il principe guardava Biancaneve con tanta ammirazione che la fece arrossire e fuggire timidamente nella sua stanza.

La regina, di lontano aveva assistito a tutta la scena. Subito impallidì per l’invidia e corse a rivolgersi al suo specchio magico: “Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?” e lo specchio le rispose: “Tu mia regina sei sempre bellissima, ma Biancaneve è più bella di te!

La regina non poteva tollerare una rivale: e così chiamò un cacciatore e gli disse: “Porterai la principessa nella foresta, e la ucciderai. Poi mi consegnerai  il suo cuore“.

Il cacciatore portò Biancaneve nella foresta ma non ebbe il coraggio di ucciderla. La lasciò scappare nella foresta, e sulla strada del ritorno uccise un cerbiatto per portare il cuore alla regina.

Biancaneve corse nella foresta, fin quando non arrivò in una radura, dove sorgeva una minuscola e graziosa casetta: Appena entrò, pensò che sette bambini senza mamma abitassero lì. C’erano sette piccole sedie impolverate, sette piattini sporchi, sette camice sporche e ragnatele dappertutto. Biancaneve non stette a pensarci su: prese scopa e strofinaccio, e ripulì ogni cosa. Poi salì al piano superiore e vi trovò sette lettini di legno. Su ciascun letto era inciso un nome: Dotto, Gongolo, Eolo, Cucciolo, Brontolo, Mammolo e Pisolo.i7nani[1]

Che strani nomi!” pensò Biancaneve. Poi, siccome era molto stanca , si addormentò sui lettini. Gli abitanti della casa erano sette nanetti che lavoravano in una miniera di diamanti . Rientrando trovarono Biancaneve e decisero di ospitarla. Per Biancaneve iniziò un periodo sereno, con nuovi amici e a contatto con la natura.

Ma un brutto giorno la regina cattiva chiese di nuovo allo specchio chi era la più bella del reame. E lo specchio magico le rispose : “Al di là dei sette monti, al di là delle sette valli c’è la casa dei sette nani, in cui vive Biancaneve che è ancora più bella di te“.

La regina  arrabbiata decise di uccidere Biancaneve: prese una mela bellissima e la immerse in un veleno magico. Poi si trasformò da vecchietta ed andò nella casa dei nani. Biancaneve stava preparando una torta e impietosita le offrì una fetta. In cambio la strega travestita le offrì la mela e Biancaneve diede un morso. Subito cadde a terra addormentata, sembrava morta!

La strega fuggì felice: l’unico antidoto era il primo vero bacio d’amore. I nani, di ritorno dalla miniere, videro la loro amica distesa a terra senza vita e disperati la misero in una bara di cristallo nella foresta, e le rimanevano vicino ogni giorno.

Passò molto tempo. Finché un bel giorno un principe su un cavallo nero sentì la gente del villaggio parlare di quella meravigliosa fanciulla che giaceva addormentata nel bosco. Il suo cuore sobbalzò. Si trattava forse della bellissima fanciulla che aveva visto vicino al pozzo?!

Subito cavalcò fino alla radura nel bosco. Quando la vide non ebbe dubbi: era proprio quella la fanciulla che aveva incantato il suo cuore, ed era morta! Molto triste, il principe sollevò il coperchio di cristallo e si chinò per dar un bacio al suo amore perduto…

Ma ad un tratto Biancaneve aprì gli occhi e sorrise: quel primo bacio d’amore aveva spezzato l’incantesimo. Il principe la fece salire sul cavallo e partì con lei verso il suo palazzo … dove vissero, per sempre, felici e contenti!principe_biancaneve[1]


One response to “Biancaneve e i sette nani

  1. Cristina Moccia scrive:

    Una favola sempre attuale…..molto bella anche il nuovo modo di visione della principessa Biancaneve,vi porgo i miei complimenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: